Henry Beyle (Stendhal)
La badessa di Castro
per ipovedenti

16,00 €

Edizione speciale in grandi caratteri, corpo 18, bastone, in grande formato su carta opaca ad elevato contrasto. Edizione speciale per lettori ipovedenti e dislessici.

pagine 150

Dopo aver narrato tante storie tragiche, finirò con quella che più di tutte mi fa pena a raccontare. Parlerò di quella famosa badessa del convento della Visitazione a Castro, Elena di Campireali, del cui processo e della cui morte tanto si parlò nell’alta società romana e italiana.

L’amore impossibile, tra la nobile Elena Campireali, divenuta suora contro volontà, e Giulio Branciforti, brigante e figlio di brigante, sullo sfondo della selvaggia campagna romana, nella prima metà del Cinquecento. Pubblicato a Parigi nel 1839, questo capolavoro del romanzo breve è considerato dalla critica ‘la prova generale della Certosa di Parma ‘.

Henri-Marie Beyle (1783 – 1842), più noto con lo pseudonimo di Stendhal, dopo una giovinezza trascorsa come militare al seguito delle truppe napoleoniche, si trasferì definitivamente in Italia, alternando i soggiorni a Milano con ripetuti viaggi in Europa. Ricchissima la sua produzioni saggistica e narrativa, tra cui i celebri Il rosso e il nero (1830) e La certosa di Parma (1839).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You can add images to your comment by clicking here.