Comunicati

È cieca, ma non sbaglia bersaglio: Barbara Contini è campionessa con l’arco

barbaracontiniBarbara Contini, classe 1976, autorevole e storica collaboratrice di Marcovalerio Edizioni, è campionessa italiana di tiro con l’arco nella categoria non vedenti. Una grande soddisfazione per Barbara che si è avvicinata a questo sport solo nel 2008.

La scelta del tiro con l’arco è stata abbastanza casuale. Quando per motivi di lavoro ha dovuto trasferirsi a Milano, lei, abituata agli spazi della campagna robecchese, ha cercato uno sport che la facesse stare all’aperto rivolgendosi all’istituto ciechi. La scelta è ricaduta sull’arco perché, spiega lei stessa, «era l’unico sport in cui le gare si svolgevano insieme alle persone vedenti. Quindi era un momento di inclusione che escludeva il rischio di chiudersi in un microcosmo». Il tiro con l’arco per non vedenti ha le stesse regole dello sport per normodotati; differisce solo per la distanza del bersaglio nelle gare open e per il mirino che non è visivo, bensì tattile: una struttura metallica ad altezza uomo con cui l’atleta si orienta per posizionare piedi e mano. Dopo mesi di allenamenti costanti (3 giorni alla settimana più una gara nel weekend) e di avanzamento nel ranking, la gara decisiva è stata a Capaci, in Sicilia, lo scorso giugno dove, al termine di 72 tiri, Barbara ha ricevuto la medaglia d’oro, distanziando la seconda atleta di oltre 40 punti. Il sogno è ora quello di poter partecipare ai mondiali a Bangkok a fine anno. L’attività di Barbara non si ferma però all’agonismo: è infatti impegnata nelle visite guidate al buio all’istituto dei ciechi di Milano, rappresenta la Fitarco per il settore non vedenti e lo scorso anno si è laureata (studiando mentre già lavorava) in lettere moderne con una tesi in editoria intitolata «Leggere in grande», riguardante le pubblicazioni per chi ha difficoltà visive.

Barbara Contini è stata una grande collaboratrice di Marcovalerio Edizioni e una delle colonne della collana Liberi corpo 18, per la quale ha curato tutte le gestioni dei diritti di riproduzione da parte di altre case editrici italiane e straniere. Salutiamo con orgoglio il suo ennesimo successo.
articolo originale di Mirko Ferrini

Il libro sul Pontefice arriva nelle mani di papa Francesco

papafrancescoemonsignordebernardi

Roma, 6 maggio 2013. Questa mattina, monsignor Pier Giorgio Debernardi, Vescovo di Pinerolo, è stato ricevuto da Papa Francesco in occasione della “Visita ad limina” dei vescovi del Piemonte. Durante il cordiale incontro, il vescovo di Pinerolo, accompagnato da don Omar Larios Valencia, ha fatto dono al Pontefice di un’edizione speciale del libro Dalla fine del mondo. Il sentiero di Papa Francesco, edito da Marcovalerio e Vita Edizioni

«Papa Francesco – ha commentato monsignor Debernardi –  ha molto gradito il dono. Quando gli ho mostrato il volume, ha candidamente domandato: “Questo è per me?”. Poi ha ringraziato diverse volte».

Oltre all’edizione speciale rilegata a mano, è stata donata al Papa anche una copia “normale” dell’istant book, realizzato dalla redazione di Vita Diocesana Pinerolese in collaborazione con Sir e FISC.

PAP-9788875473532

La stampa 8 maggio 2013

Salone del Libro di Torino 2013

In seguito a svariate domande pervenute sull’argomento, si precisa che, come già avvenuto negli anni scorsi, il marchio Marcovalerio non partecipa, salvo rare eccezioni dovute all’elevato livello culturale delle manifestazioni, a fiere del libro di interesse squisitamente locale. Pertanto, non è prevista alcuna nostra presenza al salone del libro di Torino 2013.

Gnosi e grazia: i primi giorni del nuovo Pontefice

imageLe settimane sono trascorse. Ci riferiamo alla figura del nuovo Pontefice, cui la nostra casa editrice ha dedicato un saggio collettivo, curato da Patrizio Righero, giornalista e direttore del quindicinale cattolico Vita diocesana. L’entusiasmo per la figura di Jorge Mario Bergoglio non si attenua, ed è questo un segnale significativo.

Le svariate presentazioni del volume sul territorio sono state, inaspettatamente, ben più di un rito celebrativo, che pure ha contribuito ad un successo eccezionale del libro, ristampato cinque volte in cinque settimane, recensito positivamente da critici cattolici e non. In cinque settimane, mentre il Pontefice faceva germogliare  i semi di una rivoluzione della Chiesa, semi per buona parte gettati dal suo Predecessore, abbiamo assistito alla silenziosa marcia di avvicinamento delle masse cristiane a un pastore che, anche dai più semplici, è stato percepito come il “vescovo di Roma”, primus inter pares,

imageAlcune questioni centrali sono state rapidamente chiarite, e lo sottolinea ad esempio Marco Margrita, uno dei coautori del volume. “Il primo equivoco che abbiamo voluto smontare — sottolinea — è stato il tentativo di avvicinare a forza le prese di posizione del cardinal Bergoglio sulla povertà alla teologia della liberazione. Sul fronte opposto, abbiamo cercato di dimostrare che la forza della sua personalità non ha messo e non metterà in secondo piano il suo ruolo istituzionale. Pensiamo al gesto compiuto dal Pontefice, quando si è inchinato di fronte al popolo dei fedeli: nessuna cessione sui valori e nessuna discontinuità con il percorso dei suoi predecessori. La sua biografia testimonia tutto questo.”

La domanda che serpeggia, sul piano culturale, è oggi il riemergere della tendenza gnostica all’interno della Chiesa. Una domanda che pare allarmare parte degli intellettuali cattolici. Un dibattito che ha attraversato la Chiesa nel corso di due millenni, quello fra prevalenza della grazia o della gnosi, e che in qualche modo Francesco ha superato.

imageVescovo e Capo di stato, innovatore nella più salda tradizione, popolare nella collegialità e solo nella sua responsabilità, umile e colto. Francesco ha già segnato, in poche settimane, la strada della Chiesa. La sintesi, e con essa il richiamo alla coralità di tutte le voci, di tutti i carismi, spesso e giustamente diversi in una comunità di fedeli così ampia, in un unico coro.

“La scelta di ispirare il proprio pontificato alla figura di San Francesco d’Assisi — racconta Patrizio Righero — è stata rivelata con estrema semplicità dallo stesso Papa. Una battuta di un cardinale: ricordati dei poveri. E la vicinanza ai poveri, insieme all’attenzione all’ambiente, sono due caratteristiche che subito sono balzate all’attenzione.”

Il Francesco d’Assisi che molti di noi hanno nel cuore, ed è un fenomeno che accomuna tutte le figure tanto note quanto poco conosciute nel profondo, è ben diverso dalla figura storica del Santo. Tutt’altro che il giullare di Dio, tutt’altro che uomo semplice. Personalità in realtà complessa: “Era cocciutissimo — spiega Patrizio Righero, che proprio sul santo d’Assisi si è laureato in teologia — e non di rado giungeva allo scontro con i confratelli. La sua biografia è ricca di episodi forti, in tal senso. Così come la povertà, scelta non come atteggiamento e mai da esibire.”

Altri due elementi fondamentali della biografia di San Francesco d’Assisi riportano alla scelta del nuovo Pontefice: il rapporto con l’ambiente come “creazione di Dio” e la grande apertura e attenzione alle altre fedi. All’epoca del santo di Assisi, il Cantico delle creature nacque come risposta al dualismo dei catari, alla distinzione fra dimensione spirituale e dimensione materiale.

 

locandinapresentazione

Il libro su Papa Francesco a Frossasco il 20 aprile 2013

Sabato 20 aprile, alle ore 16, presso il Museo Regionale dell’emigrazione di Frossasco, sarà presentato il libro “Dalla fine del Mondo. Il cammino di Papa Francesco” edito da Vita e Marcovalerio.
Dopo il saluto delle autorità e del presidente del Museo, Michele Colombino, interverranno alcuni degli autori: don Omar Larios Valencia, Marco Margrita, Massimo Damiano e Patrizio Righero. Moderatore, il coordinatore del Museo, Giorgio D’Aleo. Durante il pomeriggio sarà anche proiettato un video che raccoglie le immagini più suggestive dei primi giorni di pontificato di Jorge Mario Bergoglio. Tra un intervento e l’altro sono previsti alcuni interventi musicali a cura di Giovanni, Giorgio, Vittorio e Massimo Damiano.

locandinapresentazione

Istruzioni per il carrello acquisti

Il carrello acquisti di marcovalerio è stato snellito, per facilitare i nostri lettori. Da oggi, non sarà più necessario cliccare sulla casella di spunta delle condizioni generali di acquisto, che sfuggiva a molti utenti bloccando la procedura, Sarò sufficiente procedere con il chekout per andare direttamente alla pagina di pagamento. Le condizioni generali e l’informativa sulla privacy, obbligatoria per legge, vi verranno inviate automaticamente tramite email.

Vi ricordiamo che, dopo aver aggiunto al carrello i vostri acquisti, è necessario scegliere la pagina checkout per terminare l’acquisto. Se avete problemi o notate anomalie, segnalatecelo per favore.

Emmanuele Macaluso ospite di Rai Uno

Schermata-2013-03-14-a-14.26

Emmanuele Macaluso, autore del best seller Bende invisibili,  ospite questa mattina, 14 marzo 2013, alla trasmissione Rai Uno Mattina Caffè. A questo link potete vedere il video dell’intervista, a partire dal minuto 5.

“La verità è tutta intorno a noi, solo che siamo stati educati a non vederla”. Bende Invisibili è più di un saggio sul marketing. In una società che ha posto i consumi al centro della vita, questo libro è una guida alla consapevolezza.
Il modello di sviluppo basato sulla rincorsa ai fatturati si è rivelato fallimentare, tanto per l’economia quanto per la qualità della vita delle persone.
“Uno stratega ha l’obbligo morale di generare benessere, nel pieno rispetto del mercato, e quindi delle persone”.
Attraverso esempi concreti, con un linguaggio puntuale dal punto di vista scientifico e tuttavia chiaro per i profani, Il Manifesto del Marketing Etico rivoluziona la visione delle strategie aziendali: è tempo di incrementare gli utili prima del fatturato; è tempo di guardare alla persona prima che al consumatore.
Più utili significa più benessere e la possibilità di poter investire in prodotti migliori, e con prodotti migliori non occorre “giocare sporco”. Vuoi continuare semplicemente a guardare o vuoi iniziare a vedere?

BEN-9788875473150

Segui questo link per acquistare il volume

Oltre la pace… presentazione a Pinasca il 22 febbraio

V01-9788875473471

Venerdì 22 febbraio alle ore 21,00 nel Salone Polivalente Comunale di Pinasca, Eleonora Tron presenta il diario della sua esperienza a Muhanga (R.D. Congo), la missione di don Giovanni Piumatti.
Filippo Guerra, del coordinamento nazionale della Rete dei Comuni Solidali, illustra la campagna “Il sole per l’acqua”.

Intervengono nel corso della serata:
Patrizio Righero, caporedattore di Vita Diocesana e Mario Bert, responsabile dell’Ufficio Missionario della Diocesi di Pinerolo
Fabrizia Bertalotto, Alessandra Gilli e Fulvio Priotto del gruppo
“Costruire Cantando” propone alcune letture tratte dal libro.