Come un albero
Piccola antologia dallo sguardo planetario

15,00 €

€ 15.00

Il Carrello è vuoto (0)


Abbracciare alberi

Questo libro – Come un albero – a cura di Teresella Parvopassu e Rosina Rondelli è un tesoro di pensieri, immagini e esperienze raccolti da tutto il mondo, in confronto con gli alberi. Non so cosa dire. Solo meravigliarmi e sentire in me stesso la presenza di alberi che ho conosciuto e amato nella mia vita. Quando sono stato in Cina nel 1982 ho visto tante persone, specialmente vecchi, che la mattina, nei parchi e nei giardini, abbracciavano alberi. Dicono che fino alle dieci del mattino, questi trasmettano energie vitali accumulate durante la notte, che rivitalizzano centri energetici delle persone.
La mia contribuzione a questo bellissimo libro è raccontare la mia esperienza con gli alberi. Come c’era vicino alla mia casa in Rio un bel bosco – Floresta da Tijuca – cominciai anche io, nella camminata mattinale, a abbracciare alberi. Li guardavo con dolcezza e a volte rivolgevo loro parole di affetto. Ho constatato la verità delle abitudini cinesi e la forza rivitalizzante degli alberi. Lentamente ho sentito che gli alberi sono cresciuti dentro di me.
Quante volte mi sono sentito una specie di albero con tutta la sua vitalità. Mi ricordo che una volta spontaneamente le parlai: ”pianta sorella mia, parlami dell’energia che ti possiede! Dimmi della forza che abita in te! Rivela il tuo mistero tellurico e uranico, dato che i tuoi piedi affondano nella terra e la tua testa penetra il cielo!” Le ripetei parecchie volte, ogni volta con maggiore dolcezza.
In un dato momento, la pianta iniziò a esprimersi. Nel modo in cui le piante si esprimono e che soltanto il linguaggio della profonda comunione sa interpretare. Non so se è stato il vento che passava in quel momento o per la forza intrinseca della pianta che voleva rispondermi, ho visto che tutte le sue foglie incominciarono a muoversi in un mormorio di acque di cascata, scintillando al sole che filtrava attraverso di loro.
Io la incoraggiavo affettuosamente:”parla sorella mia, parla!” E le foglie, come risposta, si sono mosse per un lungo tempo. Rimasi così assorbito in un tempo senza sequenza. La mente, totalmente vuota, era in sintonia con la pianta. Io e la pianta eravamo una cosa sola. Su questa esperienza non si riesce a parlarne. Non c’è bisogno di ulteriori spiegazioni.
Quando passo di là, sento che quel luogo è sacro. E’ carico di magia, di mana, di energia, di grazia cosmica e divina.
Quando, lettore e lettrice, ti senti vuoto, lontano dal proprio centro, spossato per le tensioni della vita quotidiana o dei tuoi affari, cerca la forza negli alberi e ispirazione in questo ricchissimo libro Come un albero. Sentirai che le forze che lavorano nell’universo da 13,7 miliardi di anni si faranno sentire in te nella forma di serenità, pace e amore verso tutti gli esseri.

Leonardo Boff

Ecoteologo della liberazione

Petròpolis, Rio 4 di ottobre, festa di San Francesco, fratello di ogni creatura.

A quale immagine associamo la parola “ambiente” quando la sentiamo nominare? Probabilmente nella fantasia di molti di noi si delinea il profilo di alberi rigogliosi, di boschi misteriosi e di foreste incontaminate; o riaffiorano alla nostra memoria ricordi di passeggiate lungo viali ombrosi o di escursioni in boschi odoranti di muschio e di funghi.

Un viaggio lungo le molteplici espressioni spirituali, poetiche e artistiche che la presenza degli alberi ha suscitato nell’umanità da tempi lontanissimi.

Questo testo segue la forma di un albero. Va letto seguendo le sue sagome, partendo dal suo tronco portante che forse è il sogno e l’infinito desiderio di un tempo che è venuto tante volte, ma deve anche tornare e poi, magari, venire di nuovo.

Con questa raccolta dallo sguardo planetario, tra memoria e futuro, si è dunque inteso onorare i valori culturali e spirituali dei popoli e, ad un tempo, evidenziare il significato dell’albero come “bene comune” a tutti.

A cura di Teresella Parvopassu e Rosina Rondelli

triciclo

IMG_0797

 

One thought on “Come un albero
Piccola antologia dallo sguardo planetario

  1. Redazione

    Verdetellus

    Piccola antologia dallo sguardo planetario
    Grazie all’iniziativa promossa dall’Associazione di educazione ambientale Triciclo, con il contributo illuminato della Regione Piemonte, vede la luce un singolare volume dal testo ricco di spunti di riflessione. In esso, infatti, sono raccolte numerose testimonianze che le curatrici hanno riproposto con l’intento di richiamare all’attenzione del lettore su quanto l’albero, e in senso lato l’ambiente, abbia influenzato la vita dell’uomo dal punto di vista della sua sopravvivenza ma anche della sua evoluzione culturale nel tempo, sin dall’antichità, nelle molteplici popolazioni presenti nei cinque continenti.

    Questo testo –si legge nella prefazione- “segue la forma di un albero. Va letto seguendo le sue sagome, partendo dal suo tronco portante che forse è il sogno e l’infinito desiderio di un tempo che è venuto tante volte, ma deve ancora tornare e poi, magari, venire di nuovo. I suoi rami sono tanti e si delineano nelle coordinate sottili e caotiche proprio come i rami degli alberi…..Le sue foglie sono altrettanto rigogliose, soltanto appese senza la pretesa di essere immortali. I suoi germogli indicano le sue più segrete alchimie, preludio di un risultato non ancora certo. E poi, le radici, ancor più segrete, perché non si notano nemmeno pur restando uno strano principio di cui –se ne parlassimo troppo- faremmo solo della retorica”.

    Suggestive foto a colori e non, disegni in bianco e nero di alberi monumentali, copie di quadri e di simboli religiosi accompagnano le numerose espressioni, spirituali, poetiche, artistiche raccolte in forma antologica.

    Di particolare interesse infine, le ultime pagine dedicate all’approfondimento; in esse si possono trovare, “ informazioni utili per approfondire, integrare, scoprire strumenti, anche a carattere multi mediale, utili per educatori e cercatori, culturali, interculturali ed ecologici”

    Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You can add images to your comment by clicking here.