Gian Vittorio Avondo
Nel segno del sacro
Percorsi devozionali nel mondo contadino
alpino e della pianura

15,00 €

€ 15,00


Il Carrello è vuoto (0)


 

La religiosità delle genti alpine o della campagna, così simile e così diversa, profonda e intrisa di superstizione, spontanea e densa di significati rituali è certamente uno degli aspetti della cultura materiale che maggiormente ha affascinato, nel corso dei secoli, antropologi, etnografi e studiosi di cultura alpina.

In effetti non è facile individuare e soprattutto dare una spiegazione a tutti i segni sacri con cui l’uomo, nel tempo, ha marcato il territorio.

Gian Vittorio Avondo (Pinerolo 1951), già insegnante di italiano e storia ha al suo attivo numerosi articoli su riviste a diffusione nazionale e saggi di carattere storico e antropologico. Tra i più recenti: Grazia ricevuta. Eventi storici e popolari nelle espression di fede degli ex voto nelle Alpi centro-occidentali (2010), Frontiere contese tra Italia e Francia – 1947: le valli perdute del Piemonte (2013), Bourcet, villaggio tra storia e memoria (2016).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You can add images to your comment by clicking here.