Pinerolo mille anni di storia,
a cura di Ilario Manfredini

Pinerolo mille anni di storia è il progetto al quale Marcovalerio Edizioni ha dato vita di concerto con la Città di Pinerolo, affidandone la cura a Ilario Manfredini, ricercatore e storico del territorio con un ampio curriculum di pubblicazioni nel campo.


LE EDIZIONI DEL LIBRO

Pinerolo mille anni di storia vedrà la pubblicazione e quindi la disponibilità per il pubblico nella tarda primavera del 2022.

La prima edizione, a tiratura limitata di 100 copie, numerata e autografata da Ilario Manfredini, in versione cofanetto in grande formato, sarà prenotabile a partire dal mese di novembre 2021 e sarà acquistabile esclusivamente online e presso la casa editrice. Nell’autunno 2022 sarà invece disponibile l’edizione tradizionale, con gli stessi contenuti della prima edizione ma veste tipografica diversa.

PRENOTA FIN D’ORA LA TUA COPIA,
SENZA IMPEGNO DI ACQUISTO.
TI CONTATTEREMO QUANDO SARA’ DISPONIBILE.


PRESENTAZIONE DELL’OPERA

Il progetto sulla storia di Pinerolo si pone come obiettivo la ricostruzione delle principali vicende storiche che hanno plasmato e trasformato la città nel corso dei secoli, ponendo particolare attenzione ai cambiamenti politici più significativi dal X al XX secolo.

Nel ricostruire le tappe dell’evoluzione di Pinerolo, il gruppo di ricerca utilizzerà un approccio interdisciplinare, evidenziando, nei vari ambiti storici, i cambiamenti culturali, sociali ed economici, oltre alla produzione artistica e alle trasformazioni architettoniche che hanno trasformato le varie zone della città. Dopo una ricognizione sui primi insediamenti romani nell’area pinerolese, lo studio si soffermerà sul periodo medievale che va dal X al XIV secolo, secoli fondamentali per capire l’organizzazione comunale, la sua evoluzione e i rapporti con i potentati locali, siano essi di natura religiosa o feudale.

IL PATRIMONIO ARTISTICO

Uno spazio corposo della ricerca verrà dedicato al XV secolo, un periodo storico di cui si conserva tutt’ora un enorme patrimonio artistico e architettonico.

PINEROLO E LA FRANCIA

Il lavoro prosegue con la trattazione della seconda occupazione francese, un periodo che ha trasformato profondamente il volto della città di Pinerolo attraverso la costruzione di nuovi sistemi difensivi che hanno portato alla perdita di gran parte del patrimonio architettonico medievale.

LA STORIA CONTEMPORANEA

Una sezione a parte sarà dedicata alla storia contemporanea, analizzando il lungo Ottocento pinerolese dall’occupazione napoleonica sino allo scoppio della Prima Guerra Mondiale.

Il XIX secolo resta per Pinerolo un grande spazio aperto alla ricerca, con personaggi e fondi d’archivio che meritano di essere esplorati. Un aspetto importante della ricerca sarà il giusto collocamento della città nei decenni cruciali del Risorgimento, evidenziando la crescita culturale, economica e i cambiamenti sociali vissuti tra il 1820 e il 1870.

Un doveroso contributo sarà garantito alla guerra di Liberazione e alle prime giunte comunali repubblicane, che aprirono le porte alle trasformazioni economiche e sociali che cambiarono il volto di Pinerolo negli anni del boom economico. Analizzando le trasformazioni economiche e sociali della Pinerolo novecentesca la ricerca vuole produrre una riflessione sulla città del futuro, provando ad indagare le varie crisi che hanno determinato le recenti trasformazioni cittadine. 

METODOLOGIA E REVISIONE CRITICA

Da un punto di vista metodologico la storia di Pinerolo rispetterà una suddivisione cronologica utile a evidenziare quelli che furono i principali momenti di continuità e cambiamento, inserendo nelle varie sezioni storiche contributi di diversa natura in grado di evidenziare gli elementi essenziali delle varie trasformazioni, siano essi di natura storica, culturale, sociale, economica, artistica e architettonica. Saranno così presenti approfondimenti sulle istituzioni politiche, sull’arte medievale, sulle trasformazioni architettoniche, sui cambiamenti sociali, sul ruolo della chiesa, oltre a un bilancio sulla produzione storiografica otto-novecentesca, che rappresenta tutt’oggi un naturale punto di partenza e di confronto.

LA STRUTTURA DELL’OPERA

Di seguito un indice che evidenzia una prima idea di suddivisione della cronologia e degli argomenti da trattare:

INTRODUZIONE

Una storia delle «Storie di Pinerolo»
Gianpiero Casagrande, direttore Biblioteca Alliaudi

LA NASCITA DEL COMUNE E IL POTERE RELIGIOSO TRA IL X E IL XIII SECOLO

Il governo cittadino
Stefano Bernardinello, dottore di ricerca in Storia Medievale

L’abbazia di Santa Maria e la giurisdizione religiosa pinerolese Chiara Povero, storica e studiosa di storia religiosa Architettura civile e religiosa nel Medioevo
Simone Bocchio Vega, architetto e studioso di architettura medievale

IL PRINCIPATO DEGLI ACAIA (1295-1418)

Istituzioni comunali e potere comitale Paolo Buffo, ricercatore di storia medievale presso l’Università di Bergamo

La chiesa pinerolese nel basso medioevo
Ilario Manfredini

La produzione artistica tra XIV e XV secolo
Simone Bonicatto, dottore di ricerca in storia dell’arte presso l’Università di Ginevra

DA AMEDEO VIII ALLA PRIMA OCCUPAZIONE FRANCESE (1418-1574)

Dalla ricomposizione dei domini sabaudi all’occupazione francese
Ilario Manfredini, storico, già ricercatore presso l’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento

La vita religiosa nel XVI secolo
Chiara Povero
Esempi di committenza nobiliare: Palazzo Vastamiglio e il mausoleo della famiglia Porporato
Maurizio Trombotto (presidente della sezione pinerolese di Italia Nostra) e Ilario Manfredini

DALLA SECONDA OCCUPAZIONE FRANCESE ALLA CRISI DELL’ANTICO REGINE (1630-1789)

Amministrazione e politica tra Sei e Settecento
Davide De Franco, direttore dell’Archivio di Stato di Novara

Chiesa e società in età moderna
Chiara Povero

Il sistema delle fortificazioni pinerolesi
Bruno Usseglio – Ettore Peyrone, studiosi di fortificazioni sabaude e francesi

PINEROLO OTTOCENTESCA

Dall’occupazione napoleonica all’unità d’Italia
Daniele Ascoli, laureato in storia e specialista del periodo napoleonico

Politica e religione nel Risorgimento
don Giorgio Grietti, storico, archivista e cancelliere della diocesi di Pinerolo

Le trasformazioni architettoniche e urbanistiche (a cura di Italia Nostra

Le migrazioni da Pinerolo
Maria Grazia Alliaudi, Studiosa di emigrazioni piemontesi; Giancarlo Libert, giornalista e studioso di emigrazioni piemontesi

La massoneria nel XIX secolo
Dario Seglie, già docente universitario e direttore del CESMAP

E INOLTRE COLLABORANO

Per le fotografie, Massimo Damiano, autore di volumi fotografici e del cofanetto

Progetto grafico e impaginativo, Valentina Sardu, designer e artista

Progettazione della veste editoriale Stefano Cardetti, Servizi Grafici Bricherasio

Revisione redazionale, Patrizio Righero, giornalista, saggista e scrittore

Revisione redazionale, Cristina Menghini, giornalista, storica, scrittrice

Direzione editoriale, Marco Civra, giornalista, saggista

Seguici o condividi questo contenuto: