Carlo Tosco
Architetture del Medioevo in Piemonte

16,00 €

€ 16.00


Il Carrello è vuoto (0)


pagine 260

Il Piemonte conserva un vasto patrimonio di edifici medievali nelle città e nel territorio. Negli ultimi anni si assiste a un’attiva riscoperta degli antichi paesaggi, con lo sviluppo di ricerche sul campo, d’indagini comparative, di campagne di scavo archeologico. L’architettura non appare più come un fenomeno isolato, puramente artistico, ma un segno lasciato dal passato in grado di “raccontare” la storia delle popolazioni, la vita degli ordini religiosi, le ambizioni dei ceti artistocratici.
Il libro offre una serie di percorsi nel Medioevo piemontese, seguendo alcuni temi portanti come la riforma dei Certosini e dei Cistercensi, la nascita degli ospedali, il rapporto tra la committenza signorile, le grandi vie di comunicazione che guidavano il passaggio di pellegrini, di eserciti e di mercanti. I percorsi storici s’intrecciano sul tema del costruito, tenendo conto dei risultati delle analisi più aggiornate e degli scavi archeologici, che hanno arricchito notevolmente negli ultimi anni le nostre conoscenze sul territorio.
I monumenti esaminati non rappresentano un gruppo omogeneo, ma molteplici paesaggi architettonici che, nel corso dei secoli e attraverso stili differenti, hanno caratterizzato l’aspetto delle campagne e dei centri urbani, facendo in Piemonte una delle regioni italiane più ricche di architetture gotiche e romantiche.

Carlo Tosco insegna alla I Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino. Laureato in Architettura e in Teologia, ha proseguito gli studi in Francia all’Università della Sorbona. Ha partecipato a campagne di scavo archeologico in Italia e all’estero. È membro della Commissione d’Arte Sacra dell’Arcidiocesi di Torino e presiede l’Associazione “Guarino Guarini”. Ha scritto volumi e saggi sulla storia dell’architettura e dell’arte medievale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You can add images to your comment by clicking here.