La Banda della Gela

€ 10,00


Il Carrello è vuoto (0)


Storia e storie di un gruppo di ragazzi che 60 anni fa si trovavano quotidianamente nella “Gela”, oggi ricordata come la mitica “Gelateria D’Isep” in Piazza Luigi Barbieri – anticamente Piazza Regina Margherita – a Pinerolo.

Questo ritrovo e “covo”, oltre ad essere luogo di incontro (niente alcolici, solo gazzose e gelati), di goliardia, di progettazione di gite in montagna o di vacanze al mare o di scambi di aneddoti scolastici, è stato un luogo di aggregazione, di complicità, di emulazione, di sana competizione, dove ognuno ha “succhiato” un po’ dagli altri, ha allargato i propri orizzonti, ha afferrato la complessità della vita, ha imparato a migliorarsi, ha aspirato a diventare un po’ più maturo, ha imparato a crescere per divenire uomo e cittadino.

pinerolo-24nov-2013-inaugurazione-in-piazza-barbieri-della-targa-ricordo-della-gela-in-presenza-del-sindaco-di-pinerolo-e-dei-banditi

La “Gela” è stato il crogiuolo dove si sono fuse le varie anime e la fucina che ha plasmato i caratteri di ciascuno.

targa-gela-2013

Nel corso di questo ultimo mezzo secolo le vite individuali si sono dipanate, ormai secondo cammini separati, raggiungendo e praticando però – tutti – quel minimo comune denominatore che è l’onestà intellettuale, il rigore nel compiere il proprio dovere e lavoro, il senso di essere cittadini e di partecipare attenti alla vita pubblica della Città e del territorio pinerolese.

Insomma, i “Banditi della Gela” hanno dato prova di essere buoni ed onesti Cittadini; la cosa eclatante è che hanno tenuto ricorrenti rapporti tra di loro, sempre rinsaldando il vincolo di amicizia come gruppo coeso.

La dichiarazione di questa non comune vicenda è incisa per i posteri nel marmo della Targa commemorativa che campeggia sotto i portici, dove esisteva la “Mitica Gela”.

Pinerolo, Ottobre 2016

Un momento della presentazione del 15 dicembre 2016

Un momento della presentazione del 15 dicembre 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You can add images to your comment by clicking here.