Giorgio Bàrberi Squarotti
Il cannocchiale barocco
Rime e prose

Il cannocchiale barocco

€ 28,00

[wp_eStore_add_to_cart id=458]


[wp_eStore_cart_fancy1]


Per due secoli la letteratura barocca ha subito un moralistico ostracismo che la cancellò quasi completamente. È stato merito prima di Benedetto Croce, poi di Giovanni Getto, il recupero di una cultura letteraria meravigliosamente inventiva, originale, rivoluzionaria. Poi si sono moltiplicate le edizioni, le monografie, i saggi critici.

Sono raccolti qui una serie di studi dedicati al Marino, a marinisti, a prosatori, in una grandiosa scoperta della ricchissima avventura della parola nellìetà barocca.

Giovan Battista Marino

Giorgio Bàrberi Squarotti (Torino, 1929) è stato ordinario di Storia della Letteratura Italiana all’Università di Torino e responsabile scientifico del Grande Dizionario della Letteratura Italiana UTET. È stato allievo di Giovanni Getto. Critico e poeta, la sua ampia produzione di saggistica spazia da Dante alla letteratura contemporanea. Considerato maestro di un’intera generazione di  studiosi e docenti, la sua impronta caratterizza profondamente l’analisi critica di tutto il tardo Novecento.

Lascia un commento